Burn After Reading recensione… rapida


I fratelli Coen tornano a dirigere una commedia (non nera ma… grigia) sullo stile più del grande Lebowski, una pellicola in qualche modo “minore” (ma non per questo meno geniale a tratti) rispetto all’ultimo amaro Non è un paese per vecchi. Burn after reading vede una storia piena di equivoci che serve ai Coen (grazie all’esperienza di alcuni tra gli attori più pagati di Hollywood) per dare vita a situazioni a tratti molto divertenti e sopratutto a personaggi tipicamente coeniani.

Brad Pitt fotogramma Burn After Reading

Brad Pitt ad esempio in versione ragazzotto un po’ ingenuo, istruttore palestrato e ovviamente avvenente è qualcosa da non perdere, così come George Clooney che qui invece è un marito infedele e sex-addicted. Ma per quanto riguarda il cast sono tutti bravi, Malkovich, Frances McDormand (la mitica poliziotta di Fargo, in italiano danneggiata un po’ dal doppiaggio forse) e la bellissima “fredda stronza spocchiosa” Tilda Swinton (BRAVISSIMA).

Tilda Swinton fotogramma Burn After Reading

Il livello con cui è confezionato è quindi quello americano dei Coen a cui siamo abituati, tutto ben fatto… ma nel complesso, considerata la storia, per quanto sia carino e divertente si guarda tranquillamente in tv senza sentire la mancanza del grande schermo, con un buon blu-ray.
Rating: ★★★☆☆